Controllo delle infezioni in gastroenterologia

Fatti e numeri dietro il rischio di contaminazione crociata

Qualche fatto sui rischi di contaminazione crociata

Ottieni una panoramica sulle principali problematiche intorno al rischio di contaminazione crociata del paziente dovuti agli endoscopi riutilizzabili GI. Scopri le tre principali sfide legate al reprocessing e consulta fatti e numeri dagli studi sulla contaminazione crociata.

Le tre principali sfide associate al reprocessing degli endoscopi GI

Sfida #1
Complessi processi di pulizia

Sfida #2
Il design dell'endoscopio lo rende difficile da pulire

Sfida #3
La formazione dei superbatteri

Sfida #1

Processi di pulizia complessi, esigenti in termini di risorse e che risultano inefficaci

Diversi studi mostrano che, sebbene vengano seguite le linee guida, nessun processo di pulizia rimuove efficacemente i batteri1,2,3. Questo sia in caso di disinfezione di alto livello (HLD), doppia HLD o HLD e sterilizzazione combinate4,5.

Step del reprocessing:

PRE-LAVAGGIO
CRUCIALE PER EVITARE I BIOFILM

Importante
Deve essere effettuato accuratamente dopo la procedura seguendo le IFU.

TEST DI TENUTA
RILEVARE DANNI INTERNI/ESTERNI

Importante
I danni possono portare a un'inadeguata disinfezione e a un ulteriore deterioramento.

PULIZIA MANUALE
LO STEP PIÙ CRITICO PER LA DISINFEZIONE 

Importante
Una pulizia meticolosa è un prerequisito per l'HLD e la sterilizzazione.

ISPEZIONE VISIVA
ULTERIORE GARANZIA DI SICUREZZA

Importante
Il design complesso degli endoscopi flessibili GI rende difficile l'identificazione di eventuali problemi.

DISINFEZIONE O STERILIZZAZIONE
FONDAMENTALE SEGUIRE LE ISTRUZIONI

Importante
L'FDA raccomanda doppia HLD o sterilizzazione.

STOCCAGGIO
PROTEGGE DALL'UMIDITÀ

Importante
La cattiva conservazione può risultare nella formazione di batteri.

DOCUMENTAZIONE
ESSENZIALE PER CONTROLLO QUALITÀ & TRACCIAMENTO

Importante
La documentazione degli step precedenti è necessaria ogni volta che un endoscopio viene sottoposto a reprocessing.

RIPETERE A OGNI PROCEDURA
UNA CONTINUA IMPRESA

Importante
Questi step rappresentano una versione condensata delle azioni base consigliate. In realtà, possono esserci più di 100 passaggi6. Un team multidisciplinare dovrebbe sviluppare linee guida individuali per ogni istituzione.

Se il margine di sicurezza per il reprocessing degli endoscopi risulta essere così piccolo da richiedere la perfetta conformità a più di 100 pagine di istruzioni per l'uso, significa che il design dell'endoscopio è troppo complesso, che la carica microbica è troppo alta e che il processo è troppo spietato per essere praticato nel mondo reale7.

William A. Rutala, PhD, MPHX

Sfida #2:

Il design degli endoscopi rende la pulizia intrinsecamente difficile

Aree difficili da raggiungere1,8, e il deterioramento4,5 causato dall'uso routinario e dalla pulizia rende gli endoscopi GI più soggetti a umidità e contaminazione batterica.

Ai batteri piace nascondersi
Molti professionisti GI sono consapevoli del fatto che le cavità e il design complesso dell'elevatore (1) e altre parti intricate della parte distale (2) rendono i duodenoscopi difficili da pulire.

Tuttavia, diversi studi indicano che anche altre parti degli endoscopi GI presentano delle sfide9,10. I batteri si possono annidare in molti posti, inclusi il canale di lavoro e il suo ingresso (3), i tasti di comando, le valvole e le ruote di controllo sul manipolo (4). Accessori e strumenti utilizzati durante la pulizia di routine possono provocare ulteriori danni nei canali (5)

NOTA: Il disegno è al solo scopo illustrativo e non è destinato a rappresentare alcun endoscopio specifico.

Sfida #3:

L'aumento dei superbatteri

È già una sfida pulire gli endoscopi, ma l'aumento negli ultimi anni degli Organismi Multiresistenti ai Farmaci (MDRO), chiamati anche superbatteri, ha peggiorato la situazione. Per esempio, dal 2000 si sono verificati più di 15 focolai riportati legati agli MDRO11.

Qual è il tasso di contaminazione dei duodenoscopi pluriuso utilizzati per le procedure di CPRE?

Una meta-analisi di 15 studi (Larsen et al., EClinicalMedicine, 2020) determina un punto di riferimento medio per quanto riguarda il tasso di contaminazione dei duodenoscopi pluriuso utilizzati per le CPRE.

La meta-analisi mostra un tasso di contaminazione del 15,25% nei duodenoscopi riprocessati pronti all'uso su paziente.
Consulta la meta-analisi

 

Controllo delle infezioni
Ottieni fatti e numeri relativi al rischio di contaminazione crociata nell'uso degli endoscopi GI. Inoltre, scopri le tre principali sfide legate al reprocessing degli endoscopi pluriuso e come possono influire sul tuo lavoro.
Per saperne di più sul controllo delle infezioni in gastroenterologia

 

Una rapida panoramica dei rischi per la sicurezza: riassunto delle comunicazioni di sicurezza FDA e numeri chiave dagli studi scientifici sui duodenoscopi pluriuso.
Scarica il PDF

 

 Hai domande relative alla meta-analisi? Contatta direttamente l'autrice principale, Sara Larsen (Ambu).
Invia un'e-mail

Quante infezioni legate ai duodenoscopi si sono verificate in tutto il mondo?

Guarda il video per scoprire il numero e i luoghi dei focolai di infezione.

Evidenze sulla contaminazione crociata

Una crescente preoccupazione riguardo al rischio di contaminazione crociata legata agli endoscopi riutilizzabili ha assunto maggiore risalto a causa della recente pandemia da COVID-19, dell'aumento degli MDRO e dei diversi studi come quelli sottostanti.

Secondo i dati, il 18% dei duodenoscopi ha presentato una coltura positiva dopo una prima HLD. (Mark, et al., 2020)

Vai al sito

Studio che mostra colonscopi contaminati con micobatteri non tubercolari dopo il reprocessing (Satta et al., 2020).

Vai al sito

La presenza di microrganismi di origine gastrointestinale od orale, indipendenti dal conto CFU (Unità Formante Colonia), è pari al ~15% per i duodenoscopi (Rauwers et al., 2020)

Vai al sito

Quindici pazienti (14,4%) sono stati infettati da Enterobatteri resistenti ai carbapenemi provenienti da duodenoscopi contaminati (Kim et al., 2016)

Vai al sito

94 su 516 (18,5%) duodenoscopi sono risultati contaminati. Non ci sono state significative differenze tra sHLD, dHLD, o HLD/ETO per MDRO (Snyder et al., 2017).

Vai al sito

59 su 627 (9,4%) colture rilevate sull'elevatore sono risultate positive dopo doppia HLD (Rex et al., 2018).

Vai al sito

Per saperne di più

Scarica un e-booklet con cinque riassunti di studi sui duodenoscopi relativi alla prevenzione delle infezioni.

e-Booklet


Referenze:
1 Rauwers AW, Voor in ‘t holt AF, Buijs JG, de Groot W, Erler NS, Bruno MJ, Vos MC, Nationwide risk analysis of duodenoscope and linear echoendoscope contamination, Gastrointestinal Endoscopy (2020), doi: doi.org/10.1016/j.gie.2020.05.030
2 Rex DK, Sieber M, Lehman GA, et al. A double-reprocessing high-level disinfection protocol does not eliminate positive cultures from the elevators of duodenoscopes. Endoscopy. 2018;50(6):588-596. doi:10.1055/s-0043-122378.
3 Naryzhny I, Silas D, Chi K. Impact of ethylene oxide gas sterilization of duodenoscopes after a carbapenem-resistant Enterobacteriaceae outbreak. Gastrointestinal Endoscopy (2016), doi: dx.doi.org/10.1016/j.gie.2016.01.055
4 Snyder GM, Wright SB, Smithey A, et al. Randomized Comparison of 3 High-Level Disinfection and Sterilization Procedures for Duodenoscopes. Gastroenterology. 2017;153(4):1018-1025. doi:10.1053/j.gastro.2017.06.05 2.
5 Kovaleva J. Infectious complications in gastrointestinal endoscopy and their prevention. Best Pract Res Clin Gastroenterol. 2016;30(5):689-704. doi:10.1016/j.bpg.2016.09.008.
6 Ostead et al., 2017: A glimpse at the true cost of reprocessing endoscopes: Results of a pilot project.
7 Rutula et Al, What’s new in reprocessing endoscopes: Are we going to ensure “the needs of the patient come first” by shifting from disinfection to sterilization?, American Journal of Infection Control 47 (2019).


8 Mark J, Underberg K, Kramer R, Results of duodenoscope culture and quarantine after manufacturer-recommended cleaning process, Gastrointestinal Endoscopy (2020), doi: doi.org/10.1016/j.gie.2019.12.050 
9 Ofstead CL, Wetzler HP, Heymann OL, Johnson EA, Eiland JE, Shaw MJ. Longitudinal assessment of reprocessing effectiveness for colonoscopes and gastroscopes: Results of visual inspections, biochemical markers, and microbial cultures. Am J Infect Control. 2017;45(2):e26-e33. doi:10.1016/j.ajic.2016.10.017
10 Barakat MT, Girotra M, Huang RJ, Banerjee S. Scoping the scope: endoscopic evaluation of endoscope working channels with a new high-resolution inspection endoscope (with video). Gastrointest Endosc. 2018;88(4):601-611.e1. doi:10.1016/j.gie.2018.01.018
11 Rubin ZA, Kim S, Thaker AM, Muthusamy VR. Safely reprocessing duodenoscopes: current evidence and future directions. Lancet Gastroenterol Hepatol. 2018;3(7):499-508. doi:10.1016/S2468-1253(18)30122-5.
 

keyboard_arrow_up